X
Bice
Ginesi

45 anni

Nome
Bice
Cognome
Ginesi
Sesso
F
Luogo di nascita
Lugo di Romagna (RA)
Data nascita
14 luglio 1898
Padre
Ginesi Ferdinando
Madre
Castelfranchi Ebe
Luogo di morte
Baveno
Data della morte
21 settembre 1943
Attività partigiana
Matricola
Ruolo
Note

Mario
Luzzatto
->marito

Silvia
Luzzatto
->figlia

Maria Grazia
Luzzatto
->figlia

Olga
Ginesi
->sorella

Egidio
Ferigato
->testimone

Irma
Prevedini
->testimone
Note biografiche

Nata a Lugo di Romagna (RA) e residente a Milano, è la moglie di Mario Luzzatto e la madre di due figlie, Silvia e Maria Grazia.

Sfollamento

Nel 1942 le sempre più frequenti incursioni aeree su Milano induconola famiglia Luzzatto a lasciare la città per trasferirsi a Baveno, dove dal 1938 erano proprietari della villa "Il Castagneto" in cui negli anni precedenti aveva trascorso spesso le proprie vacanze.

Arresto-detenzione

Secondo la testimonianza di Irma Prevedini, all'epoca cuoca della famiglia Luzzatto, il 14 settembre, giorno successivo all'arresto del marito Mario Luzzatto, la signora Bice si reca all’hotel La Ripa di Baveno, sede delle SS, per portare al marito il soprabito e alcuni medicinali, senza tuttavia riuscire a vederlo. Tre giorni dopo l'arresto di Mario Luzzatto, si presenta alla villa Il Castagneto, presidiata dalle SS, la sorella di Bice, Olga Ginesi in Bonfiglioli, appena arrivata a Baveno. Poco più tardi le SS (nel corso del rastrellamento di ebrei operato dal primo Battaglione, secondo Reggimento, Divisione meccanizzata Waffen SS Leibstandarte Adolf Hitler nella zona del novarese) fanno irruzione nella villa e arrestano Bice, le due figlie Silvia e Maria Grazia e la sorella Olga, trasferendole in camionetta a Baveno.

Morte

Viene assassinata probabilmente il 22 settembre, con il resto della famiglia.

Memoria materiale

Nel Cimitero di Baveno si trovano una tomba e una lapide con incisi i nomi dei quattordici ebrei uccisi; un monumento è stato inaugurato nel 2013 sul lungolago.

Riferimenti bibliografici

Aldo Toscano, L'olocausto del Lago Maggiore (settembre-ottobre 1943), Alberti, Verbania, 1993; Marco Nozza, Hotel Meina, Mondadori, 1995; Liliana Picciotto, Il libro della memoria, pg. 835, Mursia, 2002; La strage dimenticata. Meina, settembre 1943. Il primo eccidio di ebrei in Italia, Interlinea, 2003; (a cura di B. Mantelli e N. Tranfaglia), Il libro dei deportati, vol. II, Mursia, 2010; Lorenzo Camocardi, Gianmaria Ottolini, Even 1943 (DVD), Verbania, 2010; Centro di documentazione ebraica contemporanea, www.nomidellashoah.it.