X
Sofia
Czolosinska

39 anni

Nome
Sofia
Cognome
Czolosinska
Sesso
F
Luogo di nascita
Varsavia
Data nascita
1904
Luogo di morte
Baveno (VB)
Data della morte
22 settembre 1943
Attività partigiana
Matricola
Ruolo
Note

Stefania
Müller
->amica

Maria
Müller
->amica

Emil
Serman
->amico

Giulia
Werner
->amica
Note biografiche

Ebrea di origine polacca (nasce a Varsavia), amica e cugina della famiglia Serman a Baveno, è ospite da loro presso Villa Fedora durante la guerra.

Arresto-detenzione

Viene arrestata il 22 settembre 1943  nel corso del rastrellamento di ebrei operato dal primo Battaglione, secondo Reggimento, Divisione meccanizzata Waffen SS Leibstandarte Adolf Hitler nella zona del novarese.

Morte

Viene assassinata lo stesso giorno del suo arresto, il 22 settembre 1943, come risulterebbe da Il libro della memoria e da quello di Toscano.

Memoria materiale

Nel Cimitero di Baveno si trovano una tomba e una lapide con incisi i nomi dei quattordici ebrei uccisi.

Un monumento a loro dedicato è stato inaugurato nel 2013 sul lungolago.

Riferimenti bibliografici

Aldo Toscano, L'olocausto del Lago Maggiore (settembre-ottobre 1943), Alberti, Verbania, 1993; Marco Nozza, Hotel Meina, Mondadori, 1995; Liliana Picciotto, Il libro della memoria, pg. 830, Mursia, 2002; La strage dimenticata. Meina, settembre 1943. Il primo eccidio di ebrei in Italia, Interlinea, 2003; (a cura di B. Mantelli e N. Tranfaglia), Il libro dei deportati, vol. II, Mursia, 2010; Lorenzo Camocardi, Gianmaria Ottolini, Even 1943 (DVD), Verbania, 2010; Centro di documentazione ebraica contemporanea, www.nomidellashoah.it; Nuova Resistenza Unita, n.3/2017.